Matematica con gusto! Menù di cucina e matematica [Review]

MARCO COSTANZI

Recensione di Marco Perini

La matematica viene spesso percepita come una disciplina astratta, ostica e difficile da digerire. Marco Costanzi, con questo libro, rivisita la disciplina proponendola nelle vesti di “novità culinaria”, ricca di sapori, colori e forme, guidando il lettore attraverso un percorso che invita alla scoperta e all’osservazione di elementi come il gusto e la bellezza, che possono sembrare lontani da teoremi, formule e calcoli. La matematica viene presentata “nel piatto”, partendo dagli aspetti concreti della preparazione culinaria, come la scelta degli ingredienti, delle quantità e delle proporzioni, fino ad arrivare alla presentazione delle portate e dei menù. L’autore, docente di matematica presso il “Centro Servizi Formativi Stimmatini” di Verona, grazie all’aiuto dei colleghi docenti/chef Daniele Cipriani e Luca Magagnotti (autori delle ricette), fa incontrare il mondo dei numeri e della cucina riproponendo l’esperienza fatta nell’ambito del Concorso “I makers dei CFP: intellegiamo con le mani”, fornendo materiali, spunti e stimoli che possono ispirare sia il pensiero matematico che l’interesse per l’ambito culinario. Le ricette presentate sono arricchite da una meticolosa descrizione degli ingredienti, da informazioni nutrizionali e da digressioni di tipo storico e geografico in grado di accendere nel lettore sia la voglia di mettersi ai fornelli che l’interesse per i concetti algebrici e geometrici che stanno dietro alla preparazione di un piatto. I contenuti dell’opera vengono presentati nella forma di due menù, nei quali compaiono trattazioni matematiche approfondite da punti di vista diversi. Il primo menù rielabora concetti geometrici e algebrici quali la circonferenza, le proporzioni, la simmetria e la successione di Fibonacci; il secondo menù mette in tavola le forme e il rettangolo aureo, facendo riferimento anche a elementi di architettura. Ogni menu comprende quattro portate (antipasto, primo piatto, secondo piatto e dolce) e ogni portata è suddivisa in tre sezioni: la prima (Matematica) argomenta i concetti matematici legati al piatto proposto riconducendoli all’ambito culinario; la seconda (Cucina) tratta le caratteristiche degli ingredienti (verdura, ortaggi, crostacei etc.) ponendo particolare attenzione alla loro forma e alle caratteristiche geometriche, oltre che a quelle nutritive; la terza propone una Ricetta assolutamente da provare. L’opera è raffinata ed è caratterizzata da una particolare cura sia per la forma, sintetica ed efficace, con cui vengono presentate le argomentazioni e le ricette, sia per la veste grafica, impreziosita da coloratissime foto e dalla coerenza di stile. Può essere una lettura interessante sia per gli amanti della cucina che per quelli della matematica, ma è anche un ottimo esempio di come si possano creare dei collegamenti solidi, dei trait d’union, tra i temi afferenti agli assi culturali e i temi afferenti all’area professionalizzante del curricolo dell’IeFP. Il testo si rivela quindi utile per i docenti dell’IeFP, ma anche della scuola, che fossero in cerca di spunti per ideare progetti che orientano ad approfondire concetti matematici mentre si opera in laboratorio (qui, in quello di cucina).

Link a rassegna Cnos

Per acquistare il libro

Sito internet dell’autore