IMPARARE A LEGGERE E A SCRIVERE EFFICACIA DELLE PRATICHE DI INSEGNAMENTO

All’interno troverete:
Mario Castoldi e Giuseppe Tacconi (a cura di): Elaborazione dell’impianto di indagine (p.53-62)

Giuseppe Tacconi, Paolo Baratter, Marco Perini (a cura di): Analisi delle interviste ai docenti (p.191-246)

vai al libro

L’arte dell’insegnare è un insieme di capacità operative e riflessive, conquistate nel tempo da chi insegna e messe a fuoco nel lavoro in classe a fronte di generazioni di studenti che si succedono. La riflessione sulle pratiche adottate, la loro revisione e l’introduzione di soluzioni innovative fanno parte della professionalità di chi insegna. Imparare a leggere e a scrivere richiama i fondamentali della scuola primaria che i cambiamenti nel tempo sopravvenuti non ne scalfiscono la missione storica, cioè l’aprire la strada della cultura e della scienza alle nuove generazioni. Nel proporre i risultati della ricerca alle scuole del Trentino e, in particolare, agli insegnanti delle scuole primarie, si forniscono termini di riferimento per la riflessione e indicazioni operative per le pratiche di classe. È importante riprendere a esaminare con attenzione e a sviluppare soluzioni innovative in un’area che unisce il passato al presente e al futuro nella permanente missione della scuola di mettere a disposizione degli studenti gli strumenti della conoscenza: leggere e scrivere sono i fondamentali, talora dismessi quasi che non fossero continuamente chiamati in causa per affrontare le sfide che ogni studente deve affrontare nella propria formazione.