TEACH VET – Kick off meeting

Il centro di ricerca CARVET ha avviato un nuovo progetto Erasmus + dal nome TEACH-VET.

L’incontro di avvio si è tenuto a Brema il 25 e 26 ottobre 2018. Il progetto mira a sviluppare strumenti per rilevare e migliorare le competenze pedagogiche degli insegnanti e dei tutor aziendali dell’IeFP. L’obiettivo è quello di proporre un possibile rimedio ad alcune problematiche di tipo sistemico che possono ostacolare la crescita dei docenti impegnati in questo settore. Lo strumento online per la valutazione e lo sviluppo delle competenze pedagogiche degli insegnanti dell’IeFP che varrà sviluppato attraverso il progetto dovrebbe alleggerire i processi di selezione, rendendo l’assunzione di nuovi docenti ed operatori più dinamica e trasparente. Il progetto mira anche a facilitare l’acquisizione e lo sviluppo delle competenze pedagogiche da parte dei tutor aziendali sfruttando il potenziale insito nell’apprendimento dei processi di lavoro.

Il prof. Giuseppe Tacconi e il prof. Riccardo Sartori del centro di ricerca CARVET hanno partecipato all’incontro

===== Leggi tutto “TEACH VET – Kick off meeting”

La formazione tecnica e professionale dei salesiani in Etiopia. Intervista con P. Endalkachew Bayou del Bosco Children di Addis Abeba

Adula Bekele Hunde

This article contains an interview with Father Endalkachew Bayou on the role of Salesian technical and professional training in Ethiopia. This interview explores the TVET system (Technical and vocational education) in Ethiopia, the current state of the art of the Salesian TVET institutes and the future prospects.

Go to Rassegna Cnos

 

Lipari D., Dentro la formazione. Etnografia, pratiche, apprendimento. [Review]

Domenico Lipari, 2016

Milano: Guerini Next

Recensione a cura di Gustavo Mejía Gómez

La ripresa d’interesse per gli approcci qualitativi nella ricerca sociale mette in evidenza la nuova centralità dell’etnografia e del suo diffondersi oltre i confini disciplinari e di ricerca dell’antropologia culturale, entro i quali era originariamente collocata. L’etnografia – come “stile di ricerca qualitativa fondato su un’osservazione diretta e prolungata, che ha come scopo la descrizione e la spiegazione del significato delle pratiche degli attori sociali” (p. 17) – è ormai parte integrante dei metodi d’indagine in una varietà di campi disciplinari e di ambiti professionali, tra i quali quello dell’azione formativa nei contesti organizzativi. In questa cornice si muove il lavoro di Domenico Lipari, sociologo, allievo di Bruno Latour, che in Italia è uno degli autori di riferimento per quanto riguarda gli studi sulla formazione. Il libro, articolato sostanzialmente in due parti, si propone di illustrare innanzitutto la storia, la cornice epistemologica e i fondamenti metodologici della ricerca etnografica (capp. 1 e 2), con particolare attenzione all’osservazione sul campo e alla scrittura, e poi le potenzialità che l’etnografia assume quando viene applicata all’analisi delle pratiche formative (cap. 3), che si articolano in pratiche manageriali, pratiche di analisi dei bisogni, pratiche di progettazione, pratiche d’aula e pratiche di valutazione. E qui l’Autore attinge sia alla sua vasta esperienza di etnografo della formazione sul campo (pensiamo in particolare ai seguenti studi: “Dinamiche di vertice. Frammenti di un discorso organizzativo”, 2007; “Formatori. Etnografia di un arcipelago professionale”, 2012; “Storie di formatori. Esperienza, apprendimento, professione”, 2014), sia ai resoconti di ricerche etnografiche condotte da altri autori. Leggi tutto “Lipari D., Dentro la formazione. Etnografia, pratiche, apprendimento. [Review]”

Bruni L., La felicità è troppo poco. Note a margine del nostro capitalismo. [Review]

Luigino Bruni, 2017

Ospedaletto-Pisa: Pacini Editore

Recensione a cura di Giuseppe Tacconi

I cambiamenti che hanno interessato la nostra società negli ultimi decenni sono radicali. In particolare il capitalismo contemporaneo si differenzia da quello individualistico del XX secolo. Spostando l’attenzione dal lavoro al consumo ed enfatizzando l’ideologia del merito e dell’efficienza, questo sistema sociale ed economico è destinato a generare disuguaglianze crescenti e infelicità. Nella cornice di una riflessione globale su questo fenomeno, Luigino Bruni,Professore ordinario di Economia politica alla LUMSA di Roma, coordinatore del progetto Economia di Comunione del movimento dei Focolari ed editorialista, propone non solo un’attenta analisi ma anche possibili vie d’uscita che si rifanno al bisogno di una sorta di conversione culturale. L’Autore ci ha abituati da tempo a una riflessione molto stimolante sui nodi essenziali della nostra società e del nostro vivere insieme, attingendo spesso al patrimonio sapienziale della Bibbia e della tradizione cristiana (vedi, ad esempio, “La foresta e l’albero. Dieci parole per un’economia umana”, 2016 e “Fondati sul lavoro, 2014) per individuare traiettorie di senso e linee di azione. Le principali parole chiave della sua riflessione sono le seguenti: bene comune, reciprocità, dono, mercato, disuguaglianza, merito, emozioni, scuola, incentivi, management, impresa, utopia, famiglia, festa, virtù, ambiente, giustizia, povertà, vulnerabilità, profezia ecc. Leggi tutto “Bruni L., La felicità è troppo poco. Note a margine del nostro capitalismo. [Review]”